Quando si inizia a parlare di peso, specialmente nello spazio, le cose si complicano…

Vediamo di fare un po’ d’ordine.

Ciò che noi chiamiamo normalmente peso e misuriamo in kilogrammi è in realtà una forza e dovremmo misurarla in Newton.
Visto l’uso comune è stato introdotto il concetto di kilogrammo forza (per tutti noi, il kilogrammo)

Foto di Arek Socha da Pixabay

Ciascuno di noi è formato da un insieme di sostanze che formano una certa massa (misurata fisicamente in kili) che, trovandosi sulla Terra, viene attirata verso il centro del pianeta (la gravità) con una certa accelerazione (9.81 m/s quadrato) abbastanza costante su tutto il globo. Questo prodotto di massa per accelerazione (di fatto, una forza) genera quello che noi chiamiamo normalmente peso e misuriamo (erroneamente) in kilogrammi.

Sulla Luna, che possiede una forza di gravità (ulteriore errore del parlato comune perché la gravità è un’accelerazione, non una forza) di circa 1/6 di quello della Terra, la nostra massa viene attratta verso il basso da un’accelerazione minore e quindi pesiamo meno (1/6 in meno).

La nostra massa però rimane uguale ovunque (Terra, Luna, Giove o lontano Universo) perché, come ho già detto, è un valore intrinseco e costante del nostro organismo. L’eventuale sensazione di leggerezza non deve trarci in inganno perché se andassimo a sbattere contro qualcosa l’urto provocherebbe gli stessi traumi!

Quindi, chiariti questi dettagli tecnici, posso dire che i miei 72 kg (forza) che possiedo sulla Terra diventerebbero:

27 su Mercurio e Marte

65 su Venere e Urano

su Saturno peserei circa uguale, 76 kg

ingrasserei fino a 81 kg su Nettuno

e sarei a dir poco sovrappeso su Giove, con ben 182 kg.

Su Plutone correrei il rischio di essere trasportato lontano dai suoi venti impetuosi perché lassù peserei poco più di 4 kilogrammi.

E su Unusuality quanto peso? Non è possibile saperlo, essendo in movimento.

D’altronde quando si vedono le immagini provenienti dallo spazio (dalla ISS, per esempio, la Stazione Spaziale Internazionale) si vedono gli astronauti (e la nostra GRANDISSIMA AstroSamantha) fluttuare nel vuoto, in evidente assenza di peso.

Ma, vi sembrerà strano, questo non dipende dalla mancanza degli effetti dell’accelerazione di gravità!

Il prossimo articolo svelerà il segreto.

Stay tuned!